Elezioni Consiglio d'Istituto 2022/25

Elezioni Consiglio d'Istituto 2022/25

Il Consiglio di Istituto attualmente in vigore è giunto alla normale scadenza triennale.
Tutte le componenti elettorali (genitori, docenti e non docenti) sono pertanto chiamate
alle urne per il suo rinnovo di durata triennale nelle giornate di:
• domenica 27 novembre 2022 dalle ore 8.00 alle ore 12.00
• lunedì 28 novembre 2022 dalle ore 08.00 alle ore 13.30.
Il rinnovo del Consiglio di Istituto non è solo un "evento formale" reso obbligatorio
dalla normativa. Il Consiglio di Istituto, per mezzo delle decisioni che è chiamato a
prendere durante i tre anni del suo mandato, traccia in maniera esecutiva le linee di
visione dell'Istituto e si prende carico di rappresentare tutte le componenti che
animano l'ambiente educativo ovvero: le famiglie, i docenti e il resto del personale.
Andare a votare per scegliere i propri rappresentanti in seno al Consiglio di Istituto è
un gesto di responsabilità e maturità che denota attenzione nei confronti
dell'istituzione e in particolare verso i bambini, unica vera priorità della Scuola e
contribuisce al miglioramento e all'ampliamento delle opportunità educative e di
formazione offerte.
COMPOSIZIONE del Consiglio di Istituto (vedi Regolamento d’istituto IC Scuola
Ebraiche di Trieste parte III art. 21 punto 4)
- 3 genitori
- 3 docenti
- 1 non docente
- Coordinatore Didattico di diritto
- Assessore dell’Istituto della Comunità Ebraica (organo gestore)
COMPETENZE del Consiglio di Istituto:
Le competenze del Consiglio di istituto sono elencate all’art. 10 del D.Lgs. n.
297(1994, all’art. 4 del D.Lgs. n. 165/2001 e all’art. 45 del D.I. n. 129/2018.
Il consiglio d’istituto rappresenta l’organo con poteri di indirizzo politico e di controllo
che si occupa dell’assetto organizzativo e strutturale della scuola
Il fine è “la partecipazione nella gestione della scuola dando ad essa il carattere di una
comunità che interagisce con la più vasta comunità sociale e civica.

In sintesi il Consiglio di Istituto dà indicazioni e stabilisce i criteri sugli aspetti
organizzativi dell’istituto, elabora e adotta gli indirizzi generali del PTOF.
Fatte salve le competenze del Collegio dei Docenti e dei Consigli di Intersezione, di
Interclasse, ha potere deliberante, per quanto concerne l’organizzazione e la
programmazione della vita e dell’attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di
bilancio, nelle seguenti materie:
1.Adozione del regolamento interno del circolo o dell’istituto
2.Acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature tecnico-scientifiche e dei sussidi
didattici, compresi quelli audio-televisivi e le dotazioni librarie, e acquisto dei materiali
di consumo occorrenti per le esercitazioni;
3.Adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali;
4.Criteri generali per la programmazione educativa;
5.Criteri per la programmazione e l’attuazione delle attività parascolastiche,
interscolastiche, extrascolastiche, con particolare riguardo ai corsi di recupero e di
sostegno, alle libere attività complementari, alle visite guidate e ai viaggi di
istruzione;
6.Promozione di contatti con altre scuole o istituti al fine di realizzare scambi di
informazioni e di esperienze e di intraprendere eventuali iniziative di collaborazione;
7.Partecipazione del circolo o dell’istituto ad attività culturali, sportive e ricreative di
particolare interesse educativo;
8.Forme e modalità per lo svolgimento di iniziative assistenziali che possono essere
assunte dal circolo o dall’istituto.
Inoltre:
Esprime parere sull’andamento generale, didattico ed amministrativo, del circolo o
dell’istituto, e stabilisce i criteri per l’espletamento dei servizi amministrativi.
Esercita le funzioni in materia di sperimentazione ed aggiornamento previste dagli
articoli 276 e seguenti del D.Lgs. 297/94
Dà indicazioni circa i criteri generali relativi alla formazione delle classi,
all’assegnazione ad esse dei singoli docenti e all’adattamento dell’orario delle lezioni
Definisce le modalità e i criteri per lo svolgimento dei rapporti con le famiglie sulla
base delle proposte del Collegio dei Docenti
Il Consiglio d’Istituto non ha invece competenza sugli aspetti della valutazione
disciplinare
LISTE DEI CANDIDATI:
Ciascuna lista può contenere fino al DOPPIO del numero dei RAPPRESENTANTI da
ELEGGERE per ciascuna categoria:
GENITORI: fino a 6 candidati
DOCENTI: fino a 6 candidati
NON DOCENTI: fino a 2 candidati

PRESENTATORI DI LISTA:
I presentatori di lista devono essere in numero di: 3
INDICAZIONI OPERATIVE:
1. I presentatori di LISTA devono appartenere alla CATEGORIA cui si riferisce la
LISTA;
2. le loro FIRME devono essere AUTENTICATE.
3. Ciascuna LISTA deve essere CONTRASSEGNATA da un numero ROMANO
(secondo l’ordine di presentazione alla Commissione Elettorale) e da UN MOTTO
indicato dai presentatori di lista.
4. Le LISTE devono essere PRESENTATE alla SEGRETERIA personalmente dal
PRIMO FIRMATARIO.
Alla LISTA è inclusa la DICHIARAZIONE DEI CANDIDATI di ACCETTAZIONE e di
APPARTENENZA alla CATEGORIA cui la lista si riferisce, completa di AUTENTICAZIONE
delle FIRME dei CANDIDATI (le firme possono essere autenticate dal Coordinatore
Didattico o suo delegato).
1. NESSUNO può essere CANDIDATO o PRESENTATORE di più di una lista;
2. Il CANDIDATO NON PUO’ ESSERE PRESENTATORE DI LISTA.
3. I componenti della COMMISSIONE elettorale possono sottoscrivere le liste dei
candidati MA NON essere CANDIDATI
La regolarità della Lista è soggetta al controllo della Commissione Elettorale.
L’illustrazione dei PROGRAMMI può avvenire SOLO a cura dei PRESENTATORI DI LISTA
DEI CANDIDATI.
È consentita la distribuzione (a scuola) di scritti relativi ai programmi, avendo cura di
non disturbare il normale svolgimento delle attività didattiche.
CHI VOTA:
Votano i genitori degli alunni dell’Istituto Comprensivo, gli Insegnanti, il personale ATA
con contratto di lavoro a tempo indeterminato e anche a tempo determinato;
i Supplenti TEMPORANEI non hanno diritto all’elettorale attivo e passivo.
Madre e padre hanno diritto di esprimere un voto ciascuno, anche se separati o
divorziati, vota anche chi fa legalmente le veci del genitore (es. tutore legale).
N.B.
Chi ha più figli nelle scuole dell’Istituto, vota una sola volta.

COME SI VOTA:
Ciascuna categoria elegge i propri rappresentanti.
Il VOTO è espresso personalmente da ciascun elettore contrassegnando il numero
romano corrispondente alla LISTA prescelta indicata sulla scheda.
La/Le preferenza/e per il/i candidato/i va/vanno indicata/e contrassegnando i
nominativi prescelti, già prestampati.
PREFERENZE PER I CANDIDATI:
GENITORI: esprimono fino a 2 preferenze;
DOCENTI: esprimono fino a 2 preferenze;
PERSONALE ATA: esprimere 1 preferenza.
SCADENZE:
PRESENTAZIONE LISTE: dalle ore 8.00 dell’8 novembre 2022 alle ore 12.00 del 15
novembre 2022
In occasione delle elezioni del Consiglio di Istituto, verrà istituito presso la palestra
dell’Istituto Comprensivo Morpurgo Tedeschi, via del Monte, 3 il Seggio N°1
MODULISTICA:
Gli stampati necessari possono essere ritirati in segreteria.

IL COORDINATORE DIDATTICO
Nathan Neumann

Comunità Ebraica di Trieste Via San Francesco, 19 Trieste TS 34133 Italy +39 040 371466 +39 040 371226 info@triestebraica.it http://www.triestebraica.it/assets/logo.png