Inaugurata dopo il restauro la sinagoga di Fiume

Grande festa a fine maggio a Fiume per l’inaugurazione della rinnovata Sinagoga. Dopo un radicale restauro, durato quasi quattro anni, il luminoso edificio di via Ivan Filipović 9, che risale al 1928, è stato aperto al pubblico con una cerimonia affollatissima cui ha partecipato anche una delegazione della Comunità ebraica di Trieste con cui l’ebraismo fiumano ha un legame antico. A testimonianza degli scambi e degli intrecci tra queste due realtà è il sontuoso Aròn ha-kodesh, il tabernacolo marmoreo in stile italiano contenente i libri della Torah che fino al 1934 ornava la Schola grande in pizza delle Scuole israelitiche a Trieste. Donato 73 anni or sono ai confratelli fiumani dagli ebrei triestini ancora oggi domina la sinagoga fiumana.

Quella di Fiume è oggi una delle tre Sinagoghe esistenti in Croazia, insieme a quelle di Spalato e Dubrovnik. E’ sopravvissuta alla seconda guerra mondiale che il 25 gennaio 1944 ha visto invece la distruzione della ben più imponente Sinagoga edificata nel 1903 tra via Pomerio e via La Guardia su progetto dell’architetto Lipot Baumhorn.
La piccola Sinagoga ortodossa di via Filipović, sita vicino ai quartieri generali dell’occupante nazista e si dice adibita a deposito di munizioni, non subì invece danni considerevoli e potè così accogliere gli ebrei sopravvissuti alla Shoah che ridusse la Comunità ebraica fumana, forte di ben 2 mila esponenti prima della guerra, a meno di 200 persone.

“Il restauro della Sinagoga è un evento di grande importanza – dice il presidente della Comunità ebraica di Fiume, Vlado Kon – Questo sito è vitale per la realtà ebraica fiumana e per la nostra vita religiosa e culturale”. L’esigua presenza ebraica (oggi gli ebrei di Fiume sono un centinaio circa) fa sì che il Tempio sia utilizzato per le funzioni religiose solamente nelle festività principali, anche grazie alla collaborazione con le Comunità ebraiche di Trieste e Zagabria. Sono invece numerose le attività culturali e gli incontri con la città.

La Sinagoga fiumana riveste una notevole importanza dal punto di vista architettonico tanto da figurare nel Registro dei beni culturali immobili del Ministero croato della cultura.

12/6/2008