Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Ti porto al sicuro

Quattro spettacoli di live painting dell'artista Cosimo Miorelli sull'emigrazione ebraica attraverso il porto di Trieste

Il Museo della Comunità "Carlo e Vera Wagner" sta partecipando, in veste di partner, a un progetto importante, che a breve sfocerà in ben quattro live painting: a Topolò (11 luglio), Gorizia (15 luglio), Trieste (19 luglio) e Fiume/Rijeka (5 settembre).

TI PORTO AL SICURO. 
TRIESTE E L'EMIGRAZIONE EBRAICA. 

Capofila del progetto, finanziato dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, è l’Associazione Topolò-Topoluove con la collaborazione del Museo della Comunità ebraica di Trieste "Carlo e Vera Wagner", del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, dell’Associazione Amici di Israele di Gorizia e della Židovska općina Rijeka / Comunità ebraica di Fiume.  

Si tratta di uno spettacolo di storytelling multimediale che vuole raccontare la storia e le memorie dell’emigrazione ebraica attraverso il porto di Trieste. Tra fine Ottocento e metà Novecento, infatti, nei giorni e negli anni bui dei pogrom e delle persecuzioni antisemite, uomini, donne e bambini si sono mossi dall’Europa centro-orientale alla ricerca di un futuro migliore e Trieste e i suoi moli sono stati per molti di loro l’ultima fermata prima della libertà.
La stessa sede del nostro Museo ha allora rappresentato uno dei principali centri dell'accoglienza per questi profughi e uno dei pilastri di Trieste “Porta di Sion”.

A raccontare le vicende emerse dalle fonti, un team multidisciplinare.
La penna digitale dell’illustratore e live painter di fama internazionale COSIMO MIORELLI disegnerà dal vivo le storie, mentre i musicisti DAVIDE CASALI e MANUEL FIGHELI accompagneranno gli spettatori lungo il viaggio.
A parlare saranno anche i documenti dell’epoca - diari, testimonianze, articoli di giornale, materiali d’archivio - selezionati e assemblati dallo storico TOMMASO CHIARANDINI e riportati alla vita dalle voci di ROBERTA COLACINO e MAURIZIO ZACCHIGNA.

Il tutto con la supervisione scientifica di di TULLIA CATALAN (DiSU, Università di Trieste) e ANNALISA DI FANT (Museo “Carlo e Vera Wagner”) e con l’aiuto di RINA BRUMINI (Židovska općina Rijeka), ANTONELLA BUKOVAZ (Topolò-Topoluove), LORENZO DRASCEK (Amici di Israele di Gorizia), ARIEL HADDAD (Museo “Carlo e Vera Wagner”), VANESSA MAGGI, MATTEO PERISSINOTTO (University of Ljubljana).
Ringraziamo anche ALICE BUOSI, ARMANDO CHAIM, VANNA COSLOVICH, STEFANO FATTORINI, AMARYLLIS GACIOPPO, JULIE METZ, GABRIELLA NORIO, GLORIA PILASTRO, MICHAEL SIMONSON, ENRICA VIVANTE BELLELI.

La “prima” si terrà nel corso della XXVIII edizione della Stazione di Topolò - Postaja Topolove, la sera di domenica 11 luglio.
Ad essa faranno seguito due repliche in regione: il 15 luglio, nel Giardino Bruno Farber presso la Sinagoga di Gorizia, e il 19 luglio presso il nostro Museo, sulla terrazza accessibile da Via del Monte 3.
Il 5 settembre, infine, ci sarà un ulteriore spettacolo, questa volta oltre confine, a Rijeka/Fiume, nell’ambito della locale "Giornata europea della cultura ebraica".
 
Tutte le performance saranno ad ingresso libero ma, in considerazione dei protocolli anti-Covid, i posti a disposizione saranno limitati. 
Per Gorizia e Trieste, in particolare, si raccomanda la prenotazione scrivendo all’indirizzo e-mail tiportoalsicuro2021@gmail.com.

Comunità Ebraica di Trieste Via San Francesco, 19 Trieste TS 34133 Italy +39 040 371466 +39 040 371226 info@triestebraica.it http://www.triestebraica.it/assets/logo.png